Ad una settimana di distanza dall’eccellente edizione organizzata a San Marino del XXII° Open International di karate, una delegazione della Federazione Sammarinese Arti Marziali ha preso parte all’Open di Lubiana.

In una gara con oltre 1150 partecipazioni agonistiche e 18 nazioni presenti, la squadra sammarinese si è presentata al via con alcuni componenti della nazionale di karate.

Già presenti anche lo scorso anno e forti della medaglia di bronzo conquistata da Leonardo Mattei, i biancazzurri hanno affrontato la difficile trasferta con la giusta preparazione agonistica e la consapevolezza di aver le carte in regola per poter riconfermare i risultati.

Guidata dal presidente federale Maurizio Mazza e dal coach Fesam Claudio Giuliani, la delegazione sammarinese era composta dagli atleti Matteo Muccioli, Leonardo Mattei e Aurora Bronzetti, portacolori del San Marino Shotokan Club Karate.

Ottime le prestazioni di Muccioli e Bronzetti che, pur non avendo conseguito risultati di rilievo, hanno concluso le loro prove a testa alta, ben figurando ed aggiungendo un altro tassello di esperienza in vista del principale obiettivo, l’Europeo dei Piccoli Stati in Liechtenstein del prossimo anno.

Un problema fisico ha invece fermato all’ultimo momento Mattei, che non è potuto salire sui tatami di gara.

Archiviata questa gara già si pensa al prossimo fine settimana, quando i giovani atleti sammarinesi saranno impegnati alla Coppa Italia CSEN e dove, con ogni probabilità, il Presidente Mazza discuterà con i vertici CSEN strategie per portare nel 2020 una grande manifestazione di karate a San Marino in aggiunta al  tradizionale Open.

Saranno presenti anche gli Ufficiali di gara per arricchire il loro bagaglio di esperienza da mettere in campo il prossimo anno all’Europeo dei Piccoli Stati.