SAN MARINO PRIMEGGIA NEL SYNCRO IN EMILIA ROMAGNA

NEWS

SAN MARINO PRIMEGGIA NEL SYNCRO IN EMILIA ROMAGNA

Domenica 21 gennaio a Bologna è stata la prima uscita agonistica del nuoto sincronizzato in Emilia Romagna e subito la Gens Aquatica ha mostrato le intenzioni e le potenzialità per questa stagione, mettendo i propri sigilli nelle varie gare in programma.
Le società presenti alla manifestazione provenivano da Marche, Emilia Romagna e San Marino, ma le ragazze della nostra Società, le più numerose in assoluto, si presentavano in tutte le competizioni delle varie categorie.
Fra le più giovani, Esordienti A (10 – 11 anni), due atlete della Gens riuscivano a salire sul podio della gara sugli obbligatori conquistando la medaglia d’argento con Marta Bernardi e la medaglia di bronzo con Giorgia Campedelli. Ottime prestazioni anche per Carlotta Maresi, Nicole Giovanardi e Sofia Dini.
Nella categoria Ragazze, le quindici atlete presentate nella gara sugli obbligatori, hanno giocato il ruolo da protagoniste nel gruppo di sincronette dai 12 ai 15 anni.
In questa competizione, la Gens non si faceva scappare il gradino più alto del podio, vincendo la medaglia d’oro con Angelica Colombi e riuscendo a conquistare il bronzo con Martina Fabbri. A ridosso delle prime, Silvia Mattei 4°, Claudia Macaluso 5°, Isabella Pecci 7°, Alessandra Tomassini 9°, Linda Sartini 10°, Vanessa Severi 12°, Elena Tonini 16°, Veronica Antonelli 17°, Giorgia Altieri 18° , Linda Ciabattoni 19°, Michela Saraga 20°, Beatrice Cicchetti 21°, Jessica Pasquinelli 25°.
Nella categoria Juniores (16 – 18 anni) un’altra medaglia d’oro per la Gens Aquatica con Sara Vaenti e medaglia d’argento con Cristina Nicolini nella gara sugli obbligatori.
In questa categoria si sono svolti anche i campionati sugli esercizi liberi ed anche in questo caso il gradino più alto del podio veniva conquistato dal team del Titano con Sara Vaenti nell’esercizio di solo e da quest’ultima in coppia con Cristina Nicolini nell’esercizio di duo.
Una prestazione di tutta la squadra sicuramente non in punta di piedi, ma una dimostrazione di forza del gruppo e della Società.