INAUGURATI I GIOCHI DI MONACO 2007

NEWS

INAUGURATI I GIOCHI DI MONACO 2007

Gli spalti sono gremiti, tra il pubblico tifosi e delegati delle varie Nazioni, numerosi anche i cittadini monegaschi e i turisti. Nella tribuna d’onore per San Marino siedono nelle prime fila i Capitani Reggenti Alessandro Rossi e Alessandro Mancini, il segretario agli Esteri Fiorenzo Stolfi, il collega allo Sport Paride Andreoli. Con loro anche i dirigenti del Cons, il Presidente Angelo Vicini e il Segretario Fabrizio Stacchini. La banda militare prende posto al centro del palcoscenico: tutto e pronto. Le immagini dei maxi schermi inquadrano il principe Alberto di Monaco che a piedi percorre il viale di accesso alle gradinate d’onore. Ora si può partire: la banda intona la musica, si aprono così i Giochi dei Piccoli Stati d’Europa di Monaco 2007. Cominciano a sfilare le Nazioni in ordine alfabetico: apre la parata Andorra, seguita da Cipro, Islanda, Liechtenstein, Lussemburgo, Malta, San Marino con portabandiera Domenico Vicini e, in chiusura la squadra di casa. Ogni delegazione è salutata con caldi applausi, e gli atleti rispondo con ampi saluti e scatti di foto. Gli atleti sammarinesi sfilano con il lutto al braccio sinistro e senza la giacca e il berrettino della divisa. Anche l’atteggiamento è meno espansivo delle altre delegazioni. Vengono presentate le autorità: Henry Rey, vice presidente del Comitato olimpico monegasco, poi il presidente del COE Patrik Hickey, seguito dal presidente del CIO Jacques Rogge. Nei lori discorsi inaugurali parole di benvenuto e di augurio affinché la manifestazione si possa svolgere nello spirito e nei valori dell’olimpismo e della sportività. Poi il giuramento di due atleti monegaschi in rappresentanza di tutti quelli che partecipano ai Giochi. Stringono la bandiera mentre giurano di rispettare e onorare la sportività. Si aprono le danze e le spettacolari coreografie che veicolano due messaggi: i ballerini infatti prima mimano tutte le discipline dei Giochi poi inscenano una “lotta ecologica” tra i rifiuti e la pulizia, perché le Olimpiadi dei Piccoli Stati si svolgono proprio all’insegna dello sport e dell’ecologia. La parola infine passa al principe Alberto di Monaco che si alza e apre ufficialmente la dodicesima edizione dei Giochi dei Piccoli Stati d’Europa. I fuochi d’artificio che esplodono sull’acqua del porto sanciscono il momento.