A 10 anni da San Marino 2001 il CONS va a caccia di medaglie in Liechtenstein

NEWS

A 10 anni da San Marino 2001 il CONS va a caccia di medaglie in Liechtenstein

La delegazione del Comitato Olimpico Nazionale Sammarinese per i Giochi dei Piccoli Stati d’Europa è pronta. La squadra biancazzurra che sarà guidata in Liechtenstein dal Capo Missione Bruno Gennari lascerà San Marino domenica mattina e lunedì sera sfilerà a Vaduz per la Cerimonia d’apertura dell’edizione numero 14 delle mini olimpiadi nate proprio da un’intuizione sammarinese nel lontano 1985. E mentre gli atleti scaldano i muscoli e si preparano alle competizioni ritornano alla mente le immagini dei Giochi del 2001 del quale proprio in questi giorni ricorre il decennale. Fu una manifestazione unica, per la quale San Marino si preparò in maniera egregia, che esaltò i cittadini e gli ospiti delle altre Nazioni, portò gioia e orgoglio non solo negli appassionati di sport. San Marino non festeggerà in maniera ufficiale questa importante ricorrenza che vor rà celebrare conquistando il maggior numero di medaglie nell’edizione 2011.

Il Comitato Olimpico di San Marino è pronto anche per un’ulteriore sfida che si differenzia da quelle che affronteranno sul campo gli atleti delle 8 federazioni coinvolte, è quella della dirigenza che si presenterà all’assemblea dell’organizzazione dei GSSE con in mano la candidatura per riportare i Giochi sul Titano nel 2017.

E’ stato il Presidente Angelo Vicini con il sostegno delle istituzioni e del Segretario di Stato per lo Sport Fabio Berardi ad annunciare la volontà di presentare la candidatura sammarinese per ospitare sul Titano l’edizione 2017 dei Giochi aprendo così il terzo ciclo della manifestazione dopo che questo era già accaduto nel 1985 e nel 2001.

“Vorremmo essere noi ad ospitare per primi sul nostro territorio tre edizioni dei Giochi dei Piccoli Stati poiché siamo stati noi ad inventarli nel 1985 e siamo stati noi a dare il via al secondo ciclo nel 2001 –ha spiegato Vicini- oltre al prestigio che questo può comportare è importante anche perché vorremmo essere noi a dettare le linee guida di questa nuova era. Se la prima è stata basta sull’impiantistica e sul miglioramento delle strutture e dell’organizzazione e la seconda è stata invece dedicata alla cura della preparazione sportiva e alla crescita in termini di risultati la terza potrebbe essere quella della vivibilità, del perfezionamento nelle varie spigolature logistiche, dell’ecosostenibilità, di tutti quelle caratteristiche che potrebbero portare l’evento ad essere apprezzato non solo per lo sport. Baseremo la nostra can didatura sull e walking distance, ovvero sulla possibilità che offre il centro sportivo di Serravalle di raggiungere ogni impianto a piedi. Per riuscire in questo sarà necessario costruire la nuova tribuna dello stadio con gli impianti e le palestre sottostanti. Pensate cosa succederebbe nell’area di Serravalle se i 1000 atleti dei Giochi potessero incrociarsi ogni giorno senza differenza di discipline per una settimana, pensate allo scambio culturale, alla gioia che questo darebbe…”

Confermata a pieno la delegazione presentata alle istituzioni lunedì scorso e alla stampa martedì, San Marino si presenterà in Liechtenstein con un gruppo di 136 persone.

A guidarlo sarà Bruno Gennari coadiuvato dal Vice Emanuele Vannucci.

73 sono gli atleti, 43 i maschi, 30 le donne. 31 in totale gli ufficiali di squadra, i tecnici e gli accompagnatori al seguito delle diverse squadre, 4 gli arbitri.

Sarà presente in Liechtenstein il Presidente del Comitato Olimpico Angelo Vicini, il Segretario Generale Eros Bologna e il membro dell’Esecutivo e della Commissione Tecnica dei Giochi Davide Santi. Al seguito della squadra ci saranno anche i tre membri della Commissione Tecnica del CONS. 5 i componenti dello staff medico guidato dal Dottor Marco Benedettini. 11 i giornalisti accreditati, 4 i tecnici delle 2 tv al seguito del gruppo.

Se il programma non subirà variazioni dell’ultima ora i primi atleti sammarinesi in gara saranno quelli di tennistavolo e tennis che alle 10 di martedì mattina si presenteranno in campo. Tanti gli atleti che saranno di scena già nel primo giorno di gare. Le prime medaglie assegnate saranno quelle del tiro a segno con le gare di carabina (San Marino impegnato in quella femminile la cui finale è prevista alle 16.15), nel pomeriggio di martedì diverse finali anche nel nuoto e soprattutto le gare su strada di ciclismo che si aprono alle 14 e si chiuderanno attorno alle 17.