Gara positiva per Clelia Tini

NEWS

Gara positiva per Clelia Tini

Non è riuscita a migliorare il suo record personale ma ha scalato la classifica finale ottenendo un insperato 38esimo posto su 50 atlete al via. Clelia Tini questa mattina alle 10.12 è scesa in vasca all’Aquatics Center dell’Olympic Park di Londra per il suo personale esordio olimpico.
La giovane sammarinese classe ’92 è partita in corsia 8 nella terza delle sette batterie in programma per la qualificazione alle semifinale dei 100 metri stile libero femminili e ha chiuso la competizione in 58”29, in linea con il suo tempo di qualificazione. Clelia Tini, prima della gara, aveva auspicato di abbattere la barriera dei 58” obiettivo non riuscito ma non aveva previsto di entrare nelle prime 40 al mondo.
In semifinale sono entrate tutte le favorite, miglior tempo per la cinesina classe ’93 Tang Yi mentre la primatista mondiale e olimpica Steffen Britta (Germania) ha chiuso solamente al 14esimo posto strappando il pass per il penultimo atto della gara per soli 39 centesimi.

Clelia Tini: “Sono molto contenta, certo migliorare il mio personale sarebbe stato un traguardo possibile e sicuramente più soddisfacente ma credo di aver onorato al massimo la mia prima Olimpiade scendendo in acqua convinta e nuotando sui livelli che mi competono. Purtroppo non sono riuscita ad allenarmi sempre come avrei voluto a causa di un problema alla schiena e sicuramente qualche decimo indietro posso averlo lasciato ma resta comunque la gioia di una gara che non dimenticherò mai".
Max Di Mito (tecnico): “Sono molto contento della gara che Clelia è riuscita a fare. Ha nuotato sui suoi livelli, proprio come ci aspettavamo. Sono certo che con qualche intoppo in meno durante la stagione invernale avremmo limato qualcosa ma non sarebbe cambiato tanto in termini di risultato finale. Metterci alle spalle 12 atlete è per me un risultato ottimo".



Con la gara di Clelia Tini le Olimpiadi della delegazione sammarinese sono arrivate al giro di boa. Due atleti sono scesi in campo e altrettanti sono al lavoro per farlo nei prossimi giorni.
Il 3 agosto sarà il grande giorno di Martina Pretelli in gara nei 100 metri femminili all’Olympic Stadium, il giorno dopo toccherà invece ad Alessandra Perilli che nel pomeriggio tornerà ad allenarsi alle Royal Artillery Barrack’s. Per lei, che lavora sotto la guida costante di Giuliano Toccaceli, altri 50 piattelli sulle stesse pedane che ospiteranno la gara olimpica.