MERSIN 2013 - Doppio argento dalle bocce

NEWS

MERSIN 2013 - Doppio argento dalle bocce

MERSIN – Doppio argento dalle bocce. Nei tornei individuali dei Giochi del Mediterraneo di Mersin della specialità raffa sono arrivate oggi due pesantissime medaglie d’argento.
Anna Maria Ciucci e Matteo Albani sono stati sconfitti solamente in finale dopo una fase eliminatoria di grande livello.
Anna Maria Ciucci, alle 15, ha sfidato l’algerina Lamia Aissioui in semifinale battendola 12-6 poi ha dovuto cedere nella finale per l’oro alla padrona di casa, la turca Deniz Demir all’ultima mano per 12-9.
Matteo Albani che insemifinale aveva battuto il maltese Stefan Farrugia 12-2 si è invece fermato contro l’italiano Pasquale D’Alterio che lo ha battuto 12-5.
Con i podi delle bocce si chiudono i Giochi del Mediterraneo 2013 per la delegazione sammarinese. Domani la Cerimonia di chiusura al Mersin Stadium metterà la parola fine su un’edizione storica dei Giochi del Mediterraneo in cui San Marino ha conquistato ben 5 medaglie.

Anna Maria Ciucci: “E’ stata una finale stupenda, molto combattuta ed incerta fino alla fine. Avrei potuto vincere ma purtroppo è andata così... Sono comunque molto soddisfatta perché ho dato tutta me stessa e ho chiuso a due punti dalla mia fortissima avversaria”.

Matteo Albani: “Sono molto contento, con questa sono quattro (medaglie,ndr) e credo di essere il sammarinese più vincente ai Giochi del Mediterraneo. Mi codo questo piccolo record e dedico l’argento, dopo che avevo dedicato il bronzo a mia figlia, a mia moglie e a tutti coloro che supportano e sopportano i miei sacrifici per lo sport. La finale è andata così così… Dopo essere stato avanti 4-0 forse potevo tentare qualcosa di più ma purtroppo ho lasciato al mio avversario lo spazio per manovrare e sono rimasto fregato. Quando dai spazio ad avversari così forti è sempre molto dura tenere la partita sotto controllo”.

Giorgio Giommi (allenatore): “Avevo detto dopo i doppi che non era ancora tempo di bilanci. Ora invece è il momento giusto per dire che abbiamo fatto qualcosa di straordinario con 4 medaglie in quattro gare. Mi permetto anche di dire che Anna meritava l’oro, è stata bravissima e perdere per due soli punti è veramente un peccato. Torniamo comunque a casa con due argenti che sono per noi importantissimi e con due bronzi nei doppi e con la consapevolezza di aver fatto a pieno il nostro dovere”.