NUOTO - Mediterranean Cup: trasferta positiva per i biancazzurri

FEDERAZIONI

NUOTO - Mediterranean Cup: trasferta positiva per i biancazzurri

Rientra oggi sul Titano la delegazione della Federazione Sammarinese Nuoto che ha preso parte alla ventesima Mediterranean Swimming Cup a Netanya (Israele), manifestazione che ha visto al via 18 selezioni nazionali. Oltre a San Marino, infatti, ai blocchi di partenza c’erano Albania, Andorra, Francia, Belgio, Slovenia, Turchia, Spagna, Portogallo, Bosnia Erzegovina, Cipro, Grecia, Bulgaria, Italia, Macedonia, Serbia, Israele e Polonia.
San Marino schierava sei atleti: Davide Bernardi (1998), Cristian Santi (1999), Gianluca Pasolini (1999), Sara Lettoli (2001), Beatrice Felici (2000) ed Elisa Bernardi (2000). I risultati ottenuti sono stati positivi, in particolare per i maschi che, ad ogni tuffo, sono riusciti a migliorare le proprie prestazioni personali. Davide Bernardi ha chiuso 16° i 100 stile e la doppia distanza dei 200, nuotati rispettivamente in 55’’63 e 2’01’’41; al via 26 partecipanti. Nei 100 dorso ha strappato invece il 15° tempo con un buon 1’02’’41.
Anche Cristian Santi ha gareggiato nei 100 dorso, chiudendo al 16° posto, subito dietro al compagno di squadra Bernardi, in 1’02’’47, ed ha poi affrontato i 200, classificandosi 15° su 20 partecipanti con il tempo di 2’15’’99.
Gianluca Pasolini ha chiuso invece i 100 stile in 56’’83, al 26° posto, e i 200 stile in 2’05’’63, 22° su 25 atleti al via.
Sara Lettoli, la più giovane della delegazione, si è ben comportata al suo esordio internazionale, confermando le migliori prestazioni stagionali e chiudendo diciannovesima nei 100 stile libero con 1’02’’60.
Prestazioni sottotono per Beatrice Felici, che ha ottenuto risultati al di sotto delle sue possibilità. La giovane biancazzurra ha chiuso diciassettesima nei 100 farfalla, portati a termine in 1’08’’02 (25 le atlete al via), e diciottesima nei 100 stile libero, nuotati in 1’01’’6.
Infine Elisa Bernardi dopo i 200 stile completati con il tempo migliorabile di 2’12’’94, si è riscattata sulla doppia distanza migliorando notevolmente il proprio personale, portandolo a 4’37’’43, miglior prestazione della squadra biancazzurra, che le è valsa la diciassettesima posizione.
Gli atleti erano accompagnati dal Commissario Tecnico federale Max Di Mito.