Week end positivo per il judo sammarinese

FEDERAZIONI

Week end positivo per il judo sammarinese

Ottime notizie arrivano dal judo biancazzurro che nel week end si è distinto con tre atleti. Ai Campionati del Mondo Under 21, svoltisi a Lubiana (Slovenia), ottima prestazione di Paolo Persoglia che, per la prima volta nella storia di San Marino, ha vinto un incontro nella competizione iridata. Campionato davvero di alto livello che ha visto la partecipazione di circa 400 judoka in uno scenario meraviglioso nel centro sportivo di Stozice.
Persoglia, nella categoria 73 kg, ha vinto il primo incontro con un forte atleta lituano che aveva nel suo palmarès svariati piazzamenti a coppe europee e tornei internazionali, ma il sammarinese è salito sul tappeto col piglio di un judoka determinato e voglioso di dimostrare di non essere lì solo per figurare. Ha condotto un incontro intelligente vincendo prima del limite grazie a due splendide tecniche. Al secondo incontro ha trovato il forte tedesco e ,anche anche in questo caso, Persoglia l'ha affrontato a testa alta, perdendo nell'ultima frazione del combattimento. Grande prestazione, comunque, dell'atleta sammarinese che continua a crescere gara dopo gara, regalando soddisfazione a tutta la Federazione che lavora alle sue spalle.
Ma Persoglia non è stato l'unico a regalare emozioni. Altri due judoka biancazzurri si sono ben distinti alle finali di Coppa Italia di categoria.
Karim Gharbi ha conquistato un quinto posto combattendo con uno stiramento al bicipite femorale della gamba di appoggio, che in molte tecniche di judo serve ad alzare e proiettare l'avversario, dimostrando come al solito grande cuore e coraggio.
Anche Jessica Zannoni gareggiava con una preparazione spesso interrotta da guai fisici e influenzali ma, così come Gharbi, ha saputo appellarsi a risorse straordinarie, arrivando anche questa volta ad un passo dalla medaglia.
Il prossimo appuntamento in calendario è per metà novembre, a Budapest, dove Paolo Persoglia gareggerà nei Campionati Europei Under 23 .