Il CONS incontra il nuovo Segretario per lo Sport

COMUNICATI UFFICIALI CONS

Il CONS incontra il nuovo Segretario per lo Sport

Il Segretario di Stato per il Turismo On.le Teodoro Lonferniniha incontrato questa mattina la stampa per annunciare il passaggio delle deleghe riguardanti le politiche giovanili e la pratica sportiva alla sue segreteria dopo le dimissioni e la sostituzione dell’On.le Matteo Fiorini che le deteneva precedentemente. In considerazione dell’assegnazione della delega “allo sport” ha presenziato alla Conferenza Stampa anche il Presidente del Comitato Olimpico Nazionale Sammarinese Gian Primo Giardi. In platea tutti i membri del Comitato Esecutivo del CONS. Il Segretario di Stato ha comunicato tempi certi per l’iter di riforma della legge sullo sport ed ha poi dettato alcuni punti sui quali intende lavorare: impiantistica sportiva, rapporto scuola/sport e organizzazione di eventi sportivi. In considerazione della delega alle “politiche giovanili” il Segretario ha ribadito come la pratica sportiva possa migliorare il benessero fisico dei giovani sammarinesi dando loro carattere e disciplina. “Saremo accanto al CONS per gli impegni che ha preso e vorrà prendere” ha concluso il Segretario Lonfernini.


Gian Primo Giardi: “Sono onorato dell’invito del Segretario Lonfernini. Devo ammettere che il cambio di Segretario mi preoccupava, soprattutto perché temevo un rallentamento dei progetti, ma ora, dopo aver ascoltato le sue parole, devo dire di essere molto sereno. Apprezzo molto la volontà del Segretario di mettersi subito al lavoro e apprezzo soprattutto la volontà di dare tempi certi all’iter relativo la nuova legge sullo sport. Il nostro Comitato Esecutivo ha steso un progetto di politica sportiva essenziale e molto chiaro. Gli scopi che dobbiamo perseguire sono scritti in quel documento che non ho un libro dei sogni ma al contrario è una scaletta precisa di ciò che vogliamo fare. So che la Segreteria di Stato ci sarà accanto nella realizzazione di quel programma. La legge sullo sport è prioritaria ma ci sono altre necessità che condividiamo fra le quali citerei impiantistica e rapporto con la scuola. Oer quanto riguarda le politiche giovanili mi permetto invece di citare il documento che il CIO ha presentato e siglato con l’Onu, un documento che mette alla base della crescita sana dei giovani la pratica sportiva. Noi siamo membri del CIO e non possiamo non riconoscere questo tipo di valori”.