COPPA DAVIS: SAN MARINO IN EGITTO DAL 7 MAGGIO

NEWS

COPPA DAVIS: SAN MARINO IN EGITTO DAL 7 MAGGIO

Torna il fascino, la storia, la tradizione della Coppa Davis. Quest’anno, dopo la bellissima promozione ottenuta l’anno scorso dal 4° gruppo mondiale nel concentramento di Malta, la nazionale del Titano sarà impegnata al Cairo, la capitale dell’Egitto, su campi in terra battuta che si annunciano caldissimi, nel concentramento di 3° gruppo mondiale zona Euro-Africana. Si giocherà nel Paese nord-africano nella settimana che va dal 7 al 13 maggio. Saranno 8 le nazioni in campo, oltre a San Marino squadre di notevole tradizione e qualità tecnica come la Bosnia-Herzegovina, i padroni di casa dell’Egitto, l’Islanda, l’Irlanda, la Lituania, la Moldova e la Turchia. Come si può vedere da questo elenco, la concorrenza si prospetta fortissima e, come già accadde due anni fa in Irlanda, i biancazzurri dovranno fare gli straordinari per cercare di rimanere in una categoria molto ambiziosa e ricca di valori tecnici. Bosnia, Irlanda, Egitto, Lituania e Moldova sembrano partire un gradino avanti, ma come è tradizione della Coppa, è probabile che sul campo i valori tecnici ed agonistici subiscano un livellamento. C’è da considerare poi che si giocherà tutti i giorni e quindi anche la capacità di tenuta fisica assumerà un certo rilievo.
Pochi giorni fa l’Itf ha proceduto al sorteggio ed ha fornito le prime regole di svolgimento. Le otto squadre saranno divise in due gironi da quattro. Le prime due squadre di ciascun raggruppamento avanzeranno, dopo la prima fase, in un altro girone di round-robin: le prime due di questa pole finale saranno promosse in 2° gruppo zona Euro-Africana del 2008. Stesso cammino per le squadre che finiranno al 3° e 4° posto di ciascun girone che dovranno evitare gli ultimi due posti nella pole successiva se vorranno evitare la retrocessione in 4° gruppo mondiale.
La nazionale sammarinese, seguita dal responsabile tecnico Francesca Guardigli, è già in fase di preparazione. Da oggi fino a domenica è in programma sui campi del Centro Tennis di Fonte dell’Ovo un primo raduno, che comprende vari giocatori nell’orbita della nazionale. Francesca Guardigli, rientrata a pieno ritmo nel settore tecnico, seguirà da vicino le tappe di avvicinamento alla trasferta egiziana. La responsabile della preparazione per la Coppa Davis ha chiamato per il primo raduno Domenico Vicini, Cristian Rosti, Diego e Giacomo Zonzini, Alberto Brighi e Massimiliano Rosti. “Ci aspettano in Egitto squadre contro le quali faremo fatica a vincere un incontro. Domenico Vicini non è più nella stessa condizione di forma degli anni scorsi, anche se naturalmente per il nostro livello rimane un ottimo giocatore. Diego Zonzini è reduce da infortunio, è in fase di ripresa, da qui a maggio avrà tempo di recuperare, però è stato fermo un paio di mesi. Cristian Rosti è un pò a mezzo servizio ed i giovani si allenano molto, hanno davanti a loro ampi margini di crescita, ma un’eventuale convocazione per loro sarebbe solo una sorta di premio. Anche Massimiliano Rosti ha dato la propria disponibilità, ma gioca molto meno rispetto al passato”.
Quindi al Cairo la nazionale sammarinese è attesa da un cammino tutto in salita: “Proprio così – continua Francesca Guardigli - le altre squadre hanno fior di giocatori, non partiamo battuti, ma bisogna essere realisti, siano in pieno cambio generazionale”. Intanto sotto con i raduni. “Da qui a maggio faremo un raduno di due-tre giorni al mese, naturalmente i giocatori che sono a San marino giocheranno spesso tra di loro”. Nei prossimi giorni la Federazione definirà i ruoli tecnici, ma è probabile la conferma di Elia Santi nel ruolo di capitano-non giocatore.