SAN MARINO 2017, conferenza stampa post Assemblea Generale GSSE

NEWS

SAN MARINO 2017, conferenza stampa post Assemblea Generale GSSE

Due giorni di lavori a poco più di un anno (-386 giorni) dai Giochi dei Piccoli Stati d’Europa di San Marino. I rappresentanti dei 9 paesi che prenderanno parte all’evento si sono riuniti sul Titano per constatare con mano lo stato di avanzamento dei lavori, visitare gli impianti e le strutture alberghiere del territorio sammarinese ma anche per fare il punto su un evento che, parole del Presidente del CONS Gian Primo Giardi, se non ritrova lo spirito di un tempo rischia di scomparire. E invece sembra proprio che i Giochi, così come nel 1985 e nel 2001, anno dell’apertura del secondo “ciclo”, debbano tornare sul Titano per ritrovare i loro valori iniziali.

Gian Primo Giardi (Presidente del CONS): “La due-giorni di lavori ci conferma che i piccoli stati d’Europa credono ancora a questa manifestazione. I Giochi dei Piccoli Stati sono un evento importante, non solo per noi, ma per tutte le forze in causa. A tratti, durante l’assemblea, i toni si sono accesi, sintomo dell’interesse da parte di tutti a far si che le cose evolvano. L’obiettivo che ci eravamo prefissati, ovvero quello di preparare un documento programmatico che detti le linee guida per le prossime edizioni, è stato raggiunto, ora sappiamo da dove partire per scrivere il futuro delle nostre piccole olimpiadi. E’ emblematico che proprio dopo la conferenza di oggi, in cui oltre a quella della nostra edizione abbiamo ascoltato la presentazione del comitato del Montenegro per l’edizione 2019, si siano già fatti avanti i comitati di Andorra per il 2021, Malta per il 2023 e addirittura Monaco per il 2025. Sono indiscutibilmente ottimi segnali… Per quanto riguarda l’edizione 2017 che ci prepariamo ad ospitare, debbo fare i miei complimenti al Comitato Organizzatore che ha bruciato i tempi presentando, ad un anno dai Giochi, un progetto praticamente completato. Non sono stato l’unico a dire che quella di oggi sembrava la presentazione che abitualmente viene fatta due mesi prima della Cerimonia d’Apertura”.

Teodoro Lonfernini (Segretario di Stato per il Turismo e lo Sport): “I Giochi dei Piccoli Stati e questa Assemblea rientrano in quelli che sono i nostri progetti cardine. Ancora una volta parliamo di internazionalità e immagine positiva, la direzione giusta verso la quale spingersi e per la quale impegnarsi. Andremo ad organizzare un’edizione dei Giochi ancora migliore di quella del 2001 nonostante il contesto economico sia profondamente mutato rispetto a quegli anni. Vorrei che CONS e Comitato Organizzatore sappiano che io e le istituzioni del paese siamo al loro fianco per rendere indimenticabile quello che andremo a fare. Il paese deve restare unito, deve avvertire il senso di appartenenza, la partecipazione e l’unità. Non dimentichiamoci che sarà la passione a guidarci verso i Giochi e a farci vivere le emozioni più belle in quei giorni di gare. Personalmente ho grande fiducia nel lavoro del CONS e del Comitato Organizzatore, abbiamo ottimi impianti e i giusti spazi, non dimentichiamo poi che a far da cornice alle sedi di gara ci sarà la nostra meravigliosa Repubblica, un territorio che non ha eguali”.

Angelo Vicini (Coordinatore Comitato Organizzatore San Marino 2017): “Sono fiero della possibilità che mi è stata offerta, dell’opportunità di coordinare questo meraviglioso gruppo di lavoro del quale fanno parte ragazzi entusiasti e preparati. Devo dire che siamo a buon punto, i lavori intrapresi stanno dando i risultati auspicati e molti degli obiettivi prefissati sono già stati raggiunti. Gli impianti sono quasi tutti pronti, andranno abbelliti ma i lavori di ristrutturazione non saranno particolarmente rilevanti. Abbiamo qualche problema con la ricettività alberghiera, arriveranno sul Titano oltre 1000 atleti e più di 200 persone fra ospiti, arbitri, tecnici e dirigenti, ma ci stiamo adoperando per superare anche questo ostacolo. Il Comitato Organizzatore per i Giochi 2017 ha fissato tre macro-obiettivi: rendere indimenticabili i giochi per gli atleti, rendere indimenticabili i giochi per i sammarinesi e riportare attorno a questo evento, anche per le edizioni future, l’entusiasmo che merita. Nell’ottica di coinvolgere al massimo la Repubblica di San Marino abbiamo pensato che l’evento che celebrerà i 365 giorni ai Giochi debba essere dislocato nei nove Castelli. Stiamo pensando ad una staffetta i cui partecipanti possano partire dalle piazze principali dei Castelli e arrivare, quasi in contemporanea nell’area dello Stadio. Lì daremo il via al conto alla rovescia.”

In occasione dell’assemblea sono stati presentati ai dirigenti e ai tecnici delle altre nazioni partecipanti ai Giochi, la mascotte “Sammy”, il logo ufficiale, le sedi di gara, il programma, la prima versione del manuale tecnico, il sito web www.sanmarino2017.sm e le pagine social. I Giochi dei Piccoli Stati d’Europa 2017 sono ora più vicini di quanto posso sembrare…