LILLEHAMMER 2016: Mariotti 32° nello slalom

NEWS

LILLEHAMMER 2016: Mariotti 32° nello slalom

Si è conclusa con il 32° posto finale la prova di Alessandro Mariotti nello slalom speciale dei Giochi Olimpici Giovanili, in scena a Lillehammer.
Dopo l’ottimo 30° posto di mercoledì nel gigante, il portacolori sammarinese ha affrontato questa mattina quella che, tra le due, è la prova a lui meno congeniale.
Nella prima manche, scattata alle ore 10.30 con al via 62 sciatori, Mariotti, sceso con il pettorale numero 59, ha fatto registrare un crono di 58’’23, che gli è valso il 40° posto, a +8’’59 dal primo, il norvegese Breivik. Un buon risultato, considerando che la pista, difficilissima, ha mietuto parecchie vittime.
Nella seconda manche, che si è disputata alle 12.30, Mariotti è migliorato, sciando in 56’’84, tempo che gli è valso il 31° posto di manche. Alessandro ha chiuso 33° assoluto, con un complessivo 1’55’’07, a + 16’’33 dall’austriaco Manuel Traninger, che ha vinto la gara in 1’38’’74. La squalifica del canadese Justin Alkier ha poi permesso al sammarinese di rosicchiare un’altra posizione, chiudendo con un ottimo 32° posto finale.
A seguire la sua gara c’era il Segretario Generale del CONS, Eros Bologna.
“La gara era molto simile a quella di mercoledì –racconta Alessandro-. Una gara molto difficile e lo dimostra il fatto che sono usciti in tanti. Non sono andato molto bene nella prima manche, ma poi mi sono ripreso nella seconda. Non sono contentissimo di come ho sciato, potrei fare molto meglio di così, ma in parte ha voluto dire anche il fatto di aver fatto solo una gara di slalom da inizio stagione”.
Autocritica a parte, Mariotti chiude un’esperienza personale positiva.
“Nel complesso sono contento –spiega-, è stato stupendo. Le gare erano organizzate bene, divertenti, e le piste belle. Non sono soddisfattissimo ma posso dire che è andata bene”.
Molto soddisfatto, invece, il capo missione Gian Luca Gatti.
“Il nostro obiettivo è stato raggiunto –spiega- e anche di più. Torniamo a casa con un 30° posto nel gigante e un 32° posto nello slalom, dunque direi che possiamo essere soddisfatti. Oggi la pista era un vetro, la gara era difficilissima. Abbiamo suggerito ad Alessandro di essere un po’ più cauto, soprattutto nei punti più difficili. Grazie al supporto di tutti, compresi quelli che ci hanno sostenuto da casa, siamo riusciti a fare la nostra figura. Sicuramente ricorderemo l’esperienza bellissima che si fa in questa manifestazione, che resta unica. Rispetto ad una normale Olimpiade, qui gli atleti ancora si devono affermare, dunque vivono questa esperienza in maniera più spensierata, libera e tranquilla. Fuori dai campi di gara si creano belle amicizie. Credo che questo sia il vero spirito di questa Olimpiade”.
Domenica calerà il sipario sulla seconda edizione dei Giochi Olimpici Giovanili Invernali. Il giorno seguente la delegazione sammarinese rientrerà sul Titano.