Lillehammer 2016: le prime impressioni di Mariotti

NEWS

Lillehammer 2016: le prime impressioni di Mariotti

Dopo la bella ed emozionante cerimonia d'apertura andata in scena ieri sera, la seconda edizione dei Giochi Olimpici Giovanili, nella loro versione invernale, è entrata nel vivo. Mentre per molti atleti è già tempo di gare, Alessandro Mariotti, seguito dal tecnico federale Denis Pauletto e dal capo missione Gianluca Gatti, continua ad allenarsi. Anche la giornata di oggi è stata dedicata prevalentemente al gigante, la prima delle due gare che il sammarinese affronterà a Lillehammer (in programma mercoledì), ma si è lavorato anche sullo speciale.
Il portacolori biancazzurro ha davanti agli occhi le suggestive immagini della cerimonia di ieri.
“E' stato bellissimo -racconta-, c'era veramente tantissima gente. Noi portabandiera siamo stati isolati prima dell'inizio, dunque ci siamo persi la prima parte di cerimonia. Quando è stata ora di salire sul palco, in ordine alfabetico, non sapevo che cosa mi sarei trovato davanti. E' stato davvero emozionante”.
Mariotti non è nuovo a questo tipo di manifestazioni: lo scorso anno, infatti, aveva partecipato al Festival Olimpico della Gioventù Europea. Ma un'Olimpiade è cosa ben diversa.
“A parte il freddo nel villaggio si respira un clima fantastico -spiega-. Tutto è organizzato alla perfezione e ci sono anche tante occasioni per divertirsi. Il primo giorno era tutto nuovo, ma ora ci stiamo ambientando”.
Buona parte del tempo, però, Alessandro lo passa sulle piste per allenarsi.
“Sta tutto proseguendo nel migliore dei modi -conclude-. Le piste su cui ci alleniamo sono bellissime e la neve non manca. Oggi abbiamo seguito anche parte delle gare di superG e ho visto dunque la pista su cui gareggerò. Non vedo l'ora”.