BAKU 2015, taekwondo: troppo forte Denisenko per il sammarinese Ceccaroni

NEWS

BAKU 2015, taekwondo: troppo forte Denisenko per il sammarinese Ceccaroni

Il ventiduenne sammarinese del taekwondo Michele Ceccaroni non è riuscito a sovvertire il pronostico della vigilia e questa mattina, alla Crystal Hall di Baku è stato battuto (18-1 il risultato) dal numero uno al mondo e testa di serie numero uno del tabellone degli European Games Alexey Denisenko (RUS).
Buona la gara del sammarinese che ha provato a far fronte al più quotato avversario senza però riuscire ad essere incisivo soprattutto nella fase iniziale dell'incontro.
Ora Ceccaroni, ironia del destino, si troverà proprio a fare il tifo per il suo avversario che, dovesse raggiungere la finale, consegnerebbe al sammarinese la possibilità di ricominciare dal tabellone di ripescaggio la sua scalata che addirittura lo porterebbe a due incontri da una medaglia. L'eventuale incontro di ripescaggio si disputerebbe alle 20.15 locali.

Michele Ceccaroni: "Sono molto dispiaciuto perchè avrei voluto fare qualcosa in più. Mi sentivo bene e pensavo ci sarebbe stata la possibilità di mettere a segno almeno qualche colpo in più. D'altra parte se lui è il numero uno del mondo della nostra specialità un motivo c'è ma io ugualmente avrei sperato di fare meglio. Ora auguriamoci che vada in finale e recuperiamo in fretta dai colpi incassati sperando che questa sera ci sia offerta la possibilità di tornare a combattere".

A seguire la gara di Ceccaroni anche il Presidente e il Segretario Generale del CONS acompagnati dal Capo Missione e da tutti gli altri atleti biancazzurri che al termine della gara di Ceccaroni si sono spostati allo Shooting Center per la seconda parte della gara di Manuel Mancini.