Giornata di allenamenti, meeting... e Cerimonia d'Apertura

NEWS

Giornata di allenamenti, meeting... e Cerimonia d'Apertura

Tutto trascorre molto serenamente a Reykjavyk dove questa sera alle 19.30 locali (le 21.30 sul Titano) si aprirà l'edizione 2015 dei Giochi dei Piccoli Stati d'Europa. Come da tradizione il primo giorno della settimana è dedicato agli incontri tecnici per l'organizzazione delle gare delle diverse discipline e agli incontri istitutizionali di Comitati Olimpici, Ministri dello Sport e Capi missione.

PRESENTATI I GIOCHI DI SAN MARINO 2017 - Alla Music Hall di Reykjavyk il Presidente del CONS Gian Primo Giardi ha presentato agli altri otto Comitati Olimpici partecipanti ai Giochi gli sviluppi relativi all'edizione 2017 che il Titano avrà l'onore di ospitare e l'onere di organizzare. E' stata presentata la versione 0 del manuale tecnico sui regolamenti delle discipline (esordio per il tiro con l'arco, ritorno delle bocce), un piano di trasporti e un piano per gli alloggi. Il Comitato Olimpico Nazionale Sammarinese ha proposto anche di inserire, in almeno una delle discipline del programma la competizione paralimpica, si sono detti interessati Islanda e Lussemburgo, per gli altri stati sarà necessario approfondire questa idea. Altre iniziative di promozione dei Giochi sammarinesi sono previste nei prossimi giorni e durante la Cerimonia di chiusura. Il Montenegro ospiterà nel 2019 i Giochi dei Piccoli Stati per la prima volta. Nel programma torneranno bocce e tiro a volo, non ci saranno golf, vela e ciclismo. Per il 2021 primi "ok" da Andorra. Appuntamenti istituzionali anche per gli Eccellentissimi Capitani Reggenti che hanno seguito la squadra in Islanda e che saranno alla Cerimonia d'Apertura. I Capi di Stato, che domani pranzeranno in mensa con tutti gli atleti, hanno incontrato i loro omologhi presenti in Islanda e sono stati ricevuti nella residenza del Capo di Stato. Il Segretario di Stato per lo Sport ha incontrato gli altri ministri degli altri paesi e assieme a loro ha preparato una risoluzione sulla "integrità dello sport nel presente e nel futuro", un documento riassuntivo dell'incontro odierno nel quale si sottolineano i problemi legati allo sviluppo dello sport e del business negativo attorno ad esso. Si è discusso di antidoping, di crescita sostenibile e di lotta alle scommesse clandestine e alla manipolazione dei risultati. Pieno supporto dai ministri alle organizzazioni internazionali sportive.

TECHNICAL MEETING - Per tutti i tecnici di tutte le discipline, per i media e per i capi missione quella odierna è stata una giornata di pianificazione generale. Al momento non sembrano esserci particolari cambiamenti nei programmi sportivi. Si comincia domattina alle 10!

ALLENAMENTI - Praticamente tutti gli atleti sammarinesi hanno avuto modo di saggiare gli impianti che ospiteranno le loro competizioni per testare le differenze e per allenarsi. Dopo il viaggio di ieri si è trattato soprattutto di allenamenti volti a rigenerare il fisico e ad adattarlo a clima, jet lag e condizioni atmosferiche.

CERIMONIA D'APERTURA - Non trapelano grossi dettagli sullo show che alle 19.30 locali (le 21.30 a San Marino) darà il via alla sedicesima edizione dei Giochi che proprio 30 anni fa cominciarono il loro storico e glorioso percorso sul Titano, da un’idea vincente degli allora dirigenti biancazzurri. Quello che è certo è che per la prima volta la Cerimonia d’Apertura si terrà al coperto. L’organizzazione islandese ha voluto scongiurare problemi legati al meteo che, al momento, fa registrare piogge deboli, venti ghiacciati e una temperatura non superiore ai 10 gradi. Spettacolo indoor anche per creare un’atmosfera che la luce quasi totale che colpisce l’Islanda durante l’estate non avrebbe favorito. Il regista dell’evento ha annunciato di voler puntare sugli elementi naturali caratterizzanti l’Islanda: fuoco, ghiaccio, acqua e gas. Verrà dedicato spazio ai temi “sociali”: cura dell’ambiente, lotta al razzismo, battaglia contro il doping e competizione leale. Saranno presenti alcuni richiami alla Cerimonia del 1997. Le esibizioni di alcuni artisti locali completeranno la parte spettacolare che sarà poi seguita da quella tradizionale, dai saluti delle autorità, dalla dichiarazioni di apertura delle competizioni da parte del Capo di Stato e dall’accensione del bracere olimpico che per l'occasione si tratta di una roccia lavica posizionata all'esterno dalla quale come nell'eruzione di un vulcano uscirà la fiamma olimpica. Come sempre, il momento cruciale, sarà rappresentato dalla sfilata delle squadre, San Marino, guidato dal portabandiera Eugenio Rossi, entrerà in scena per penultimo, precedendo solamente i padroni di casa.

LE GARE - Il programma delle gare si aprirà domattina alle 10 locali, come da tradizione si comincia con le batterie del nuoto (in gara Giovannini, Ceccaroni, Felici e Bernardi) al Laugardalslaug. In campo nel primo giorno di gare anche le squadre del tennistavolo alla TBR Hall, De Rossi e Grassi (tornei singolare e doppio di tennis) sul campo indoor della Kopavogs Tennis Hall, la coppia del beach volley Valentini-Benvenuti (alle 13 sfida al duo cipriota, i campi da beach volley sono stati creati negli spazi attorno alla piscina), le ragazze del tiro a segno (Bernardi e Guidi nella carabina) alla Hatun Sports Hall, la squadra di pallavolo femminile (alle 18 se la vedrà contro il Montenegro) e gli specialisti dell’atletica Guerra, Molinari e Ercolani Volta (rispettivamente 800m, 100m e 400m) sulla pista del Laugardalsvollur.