Presentate le tre delegazioni del CONS per i prossimi appuntamenti internazionali

NEWS

Presentate le tre delegazioni del CONS per i prossimi appuntamenti internazionali

Le tre delegazioni sammarinesi che difenderanno i colori biancazzurri nei Giochi dei Piccoli Stati e nelle prime edizioni dei Giochi Europei e dei Mediterranean Beach Games, sono state ricevute ieri pomeriggio dai Capitani Reggenti, nella tradizionale udienza a Palazzo Pubblico. Successivamente i vertici del CONS e i capo missione delle tre spedizioni hanno illustrato i dettagli delle tre manifestazioni in conferenza stampa.
“Questo concentrato di manifestazioni -ha spiegato il presidente del CONS Gian Primo Giardi-, rappresenta una sorta di prova generale di quello che ci attenderà nel 2017, quando organizzeremo per la terza volta a San Marino i Giochi dei Piccoli Stati. Per quanto riguarda le medaglie, non possiamo sbilanciarci su Giochi Europei e Mediterranean Beach Games, essendo due manifestazioni alla loro prima edizione e non potendo disporre, dunque, di uno storico. Riguardo ai Giochi dei Piccoli Stati, nel 2013 ricorderete che ci fu una flessione nel numero di medaglie conquistate, che furono 13 (un oro, quattro argenti e otto bronzi). Avendo riscontrato un gap con le altre Nazioni abbiamo dovuto alzare l’asticella, applicando minimi di qualificazione più selettivi. Una scelta, questa, fatta soprattutto in prospettiva futura. Ci presentiamo, dunque, con una delegazione ridotta rispetto agli scorsi anni (si è passati da 89 a 58 atleti), ma non per questo non ci attendiamo dei risultati. Rispetto a due anni fa mancherà il ciclismo, da dove arrivarono tre medaglie, ma ci sarà per la prima volta il golf, per il quale fatichiamo a fare previsioni”.
Luciano Scarponi, capo missione ai Giochi dei Piccoli Stati in Islanda, ha spiegato che dal punto di vista logistico le distanze tra i vari impianti sono minime e facilmente raggiungibili dall’albergo della delegazione; Federico Valentini, capo missione ai Giochi Europei di Baku, ha sottolineato che, di fianco a discipline assolute che metteranno in palio carte olimpiche per Rio 2016, ce ne sono altre, come nuoto e atletica, che vedono gareggiare gli atleti juniores o la terza divisione. Infine, Emanuele Nicolini, capo missione ai Mediterranean Beach Games di Pescara, ha spiegato che pur con una delegazione di soli sei atleti, San Marino ha buone speranze, soprattutto con la coppia del beach tennis femminile.