FORMAZIONE- Grande successo per il corso per dirigenti e allenatori

NEWS

FORMAZIONE- Grande successo per il corso per dirigenti e allenatori

Successo oltre le aspettative per il convengo interdisciplinare organizzato dal Comitato Olimpico Nazionale Sammarinese, e andato in scena nel week end, rivolto a tecnici e allenatori sul tema “L’evoluzione nella preparazione psicologica e dello sviluppo della forza nel giovane atleta e nell’atleta evoluto”. Successo che parte dai numeri: 90 i partecipanti, per la maggior parte provenienti dalla realtà sammarinese, che hanno seguito con grande attenzione gli argomenti esposti dai relatori del corso, tutti di prim'ordine. Da venerdì a domenica si sono alternati alla cattedra del Multieventii, il Professor Claudio Robazza dell’Università di Chieti, il Professor Massimiliano Di Mito, tecnico di nuoto di grande fama e attuale CT sammarinese, l Professor Giuliano Corradi specializzato nell’atletica leggera, preparatore atletico di primissimo piano, il docente universitario Professor Nicola Silvaggi (Università di Roma, Urbino, L’Aquila) e direttore tecnico della Federazione Italiana di Atletica Leggera e, infine, il Dottor Andrea Benvenuti, membro della CT del CONS, atleta finalista alle Olimpiadi, fisioterapista e preparatore atletico, che ha ricoperto l'incarico di Direttore del corso.
I temi trattati sono stati numerosi e vari: dalla gestione dello stress da competizione nei giovani all'allenamento della forza per gli atleti in età adolescenziale, dalla preparazione mentale e fisica all'allenamento del tronco, dalla prevenzione degli infortuni all'allenamento della forza nella modalità “super lento”; inoltre si è parlato di allenamento della reattività, circuiti di forza per i nuotatori, allenamento della core-stability e di tanti altri argomenti tecnici e specialistici.
A tracciare il bilancio di questo primo convegno è il Direttore del corso, Andrea Benvenuti.
“Il bilancio è più che positivo -racconta-. La partecipazione non era così scontata ma è stata ottima. Novanta iscritti è un numero di tutto rispetto. La forza di questo corso credo stia nei relatori, tutti molto preparati e conosciuti, personaggi che hanno fatto cose importanti per la scienza applicata allo sport e l'allenamento. Si sono dimostrati, inoltre, molto disponibili e aperti ad apprendere essi stessi dal feed back proveniente dai partecipanti. La formazione proposta da questo corso è stata di alta qualità”.
Positivo anche il bilancio personale.
“Per me la maggior soddisfazione sta nel fatto che molti hanno trovato interessante la mia parte -prosegue Benvenuti-. Era la prima volta che svolgevo il ruolo di Direttore di un corso. Non è stato facile svolgere il doppio compito, ma sono contento di come sia andata”.
Grande interesse, da parte dei partecipanti, verso tutti i temi trattati.
“La parte pratica, per la quale ho spinto personalmente, è stata molto apprezzata -continua Benvenuti-. Non sempre è prevista nei convegni, ma è importante per vedere applicati i concetti di cui si è parlato. La parte legata al mental training abbiamo dovuta trattarla in maniera generale, ma è quella che, forse, avrebbe potuto avere i maggiori sviluppi applicata alle singole discipline”.
Un'esperienza che sicuramente troverà seguito nei prossimi mesi.
“L'idea -conclude Benvenuti- è quella di organizzare un paio di convegni all'anno, rivolti a tecnici ma anche a dirigenti. L'obiettivo che ci siamo posti per il quadriennio, infatti, è quello di dare un certo tipo di formazione alle nostre Federazioni, che non sempre investono su questo aspetto. I tecnici hanno molta fame di conoscenza e ce ne siamo resi contro dal confronto che è nato e che ha portato a risultati che nessuno si aspettava”.